ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 23 aprile 2016
ultima lettura martedì 20 agosto 2019

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

Deborah

di Cokuld. Letto 2280 volte. Dallo scaffale Eros

Mia moglie era in vacanza fui invitato ad una cena in una villetta in campagna a 10km dal centro abitato, da una coppia di amici, alla cena parteciparono altri amici tra cui c’era Deborah ragazza che non conoscevo, figlia di conoscenti dei miei amici. Er

Mia moglie era in vacanza fui invitato ad una cena in una villetta in campagna a 10km dal centro abitato, da una coppia di amici, alla cena parteciparono altri amici tra cui c’era Deborah ragazza che non conoscevo, figlia di conoscenti dei miei amici.

Era un sabato sera , io notai subito la ragazza appena maggiorenne in quanto indossava una cortissima minigonna con scarpe con un tacco di almeno 15cm, essendo d’estate senza calze, la gonna era talmente aderente che si notava benissimo che indossava il perizoma, mi sedetti ad una poltrona di fronte a lei, lei mostrava abbondantemente le cosce e nell’accavallare le gambe il ridottissimo perizoma bianco.

Dopo una decina di minuti rimasi solo con lei in salone e la zoccola accortasi che le guardavo in mezzo alle gambe dop un paio di accavallamento divaricò un po’ le gambe mostrandomi chiaramente la fica coperta dalla ridottissima strisciolina del perizoma, istintivamente mi passai la mano sul cazzo ormai duro per sistemarlo, lei accorgendosi del movimento mi sorrise maliziosamente, poi si alzò ed andò im bagno tornando a sedersi di fronte a me.

Dopo essersi seduta allargò le gambe notai subito che aveva tolto il perizoma e mi mostrava tutto il pelo della fica, da sopra i pantaloni mi afferrai il cazzo feci in modo che lei notasse il movimento, allargando ancora di più le gambe disse ti piace porco, dopo un po’ fummo interrotti con l’entrare in stanza della moglie del mio amico che ci disse di accomodarci a tavola, dove lei prese posto di fronte a me.

A metà cena mi sentii toccare la gamba, era lei che si era tolto la scarpa, non essendo molto largo il tavolo sentii il suo piede sulla mia coscia quasi a toccarmi il cazzo da sopra i pantaloni, gli afferrai la gamba accarezzandola, lei si passò la lingua tra le labbra, finita la cena erano circa le 23,00 ai miei amici che andavo via avevo voglia i farmi una sega, considerato che i genitori di Deborah si sarebbero trattenuti ancora i miei amici mi chiesero di accompagnare la ragazza in città doveva incontrarsi con amici, acconsentii.

Una volta in auto gli chiesi dove dovevo accompagnarla, Deborah rispose che aveva appuntamento con il fiadanzato, appena fuori dalla villa la troia mi fece accendere le luci nell’interno dell’auto sollevandosi la gonna, allargando le gambe mi mostrò la fica dicendomi ho visto che ti piace, istintivamente le misi la mano in mezzo alle cosce aveva la fica bagnata, mi disse ho voglia di cazzo, fammi vedere il tuo, mi sbottonai i pantaloni estraendo il mio cazzo, subito lei si calò con la testa sopra prendendolo in bocca, fermai l’auto in una stradina secondaria evitare incidenti.

Mentre mi sbocchinava gli chiesi se scopava con il fidanzato lei mi disse che il ragazzo 19 enne era bisex e la scopava insieme ad amici che lo inculavano, gli dissi se vuoi lo facciamo in tre, se il ragazzo fosse disponibile a farlo con me che avevo 63 anni, Deborah rispose che il ragazzo accettava tutti coloro che scopavano lei, a quel punto sentii la mano di lei portarsi sul mio buco del culo, sentii il dito forzare il mio buco ed entrare da mio cazzo dopo poco uscì qualche goccia di sperma, la ragazza sorridendomi disse vedo che ti piace, le dissi fermarsi altrimenti le riempivo la bocca di sperma.

Riprendemmo il viaggio ed arrivammo all’appuntamento con Paolo il ragazzo al quale Deborah spiegò la mia presenza, una volta in auto proposi ai due di andare a casa mia, Paolo disse che aveva già organizzato la serata ed alcuni amici l’aspettavano a casa di uno di loro considerato che i genitori erano fuori città per un paio di giorni.

Entrati in casa mi trovai di fronte a tre ragazzi giovanissimi poco più che 18 enni ed un ragazzo sui 25 anni di colore che mi dissero che era oil loro fornitore di DVD porno, infatti erano tutti e 4 nudi in una sala mentre guardavano video porno, subito i tre si avvicinarono a Deborah esibendo i loro cazzi duri dicendole troia ti sei fatta attendere stasera guarda chi ti abbiamo portato indicando il giovane di colore che esibiva un cazzo notevolmente più grande dei loro, Paolo si avvicinò al ragazzo di colore e gli prese in mano il cazzo cominciando a fargli un sega, quindi Deborah disse anch’io ho portato un amico, i giovani rivolgendosi a Deborah c’invitarono a spogliarci.

Una volta nudi anche Paolo che nel frattempo si era inginocchiato davanti al giovane di colore e gli stava facendo un bocchino, Deborah mi invitò a andare dietro il fidanzato dicendomi voglio vederti

mentre lo inculi, appoggiai il mio cazzo sul buco del culo del ragazzo lo penetrai, cominciando a muovermi dentro di lui, mentre Deborah cominciò con dita a giocare sul mio buco del culo poi aggiunse lo vuoi un cazzo nel culo gli diedi il consenso.

A questo punto Deborah fece distendere sul pavimento il ragazzo di colore ed andò ad impalarsi con la fica sul cazzo del giovane, io mi disposi dietro di lei e le infilai il cazzo nel culo, mentre Paolo gli infilò il suo cazzo in bocca, e contemporaneamente succhiava il cazzo ad uno dei suo amici mentre l’altro lo inculava, stessa sorte fù riservata a me infatti il terzo ragazzo si era posizionato alle mie spalle e mi stava penetrando nel culo.

Dopo circa 15 minuti il ragazzo di colore comunicò che stava per sborrare, precipitosamente Deborah si sollevò dal cazzo del giovane per non farsi inondare la fiica dallo sperma del giovane che prendendosi il cazzo in mano terminò con una sega schizzando sul corpo di Deborah e sul suo, anch’io sborraii nel culo della, troia ricevendo a mia volta nel mio culo quella del giovane.

La serata terminò con altri accoppiamenti con il ragazzo di colore che si inculò Paolo mentre Deborah guardava ed incitava il fidanzato che era in ginocchio a pecorina con il cazzo del ragazzo nel culo, a sgominarci a turno, io mi distesi sotto Paolo in posizione 69 e li presi da sotto il cazzo in bocca mentre lui prese il mio, il pompino terminò con la sborrata nelle reciproche bocche mentre il ragazzo di colore riempì il culo di Paolo.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: