ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 17 aprile 2016
ultima lettura martedì 27 ottobre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Il diritto di sbagliare

di Leonardo97. Letto 444 volte. Dallo scaffale Pensieri

“Perché lo fai?” gli chiese. “E Perché non dovrei?” domandò incuriosito lui. “Per il semplice motivo che stai sbagliando!” ribatté.“Certo che siete proprio strani voi altri!” d.....

“Perché lo fai?” gli chiese. “E Perché non dovrei?” domandò incuriosito lui. “Per il semplice motivo che stai sbagliando!” ribatté.
“Certo che siete proprio strani voi altri!” disse lui “Pensate di sapere sempre tutto e di avere la risposta in mano… Sai cosa ti dico, è proprio per il fatto che è sbagliato che lo farò!”
“Ma tu sei tutto scemo…” rispose sconsolato.
“E ti dirò di più!” continuò l’altro “Sbagliare è bello. Sì hai capito bene, non c’è nulla di più liberatorio e doveroso di prendersi il lusso di poter ogni tanto cadere in errore. Noi viviamo nelle nostre colpe perché fanno parte di noi stessi e sono ciò di più vero e umano che abbiamo. Voi avete il terrore di fare quel piccolo passettino in più che vi metterebbe in discussione, solo per paura di potervi trovare col culo per terra. Ma la realtà è che non vedete l’ora di cadere e di sbagliare, perché solo così potete davvero capire cosa è meglio per voi stessi e liberarvi da tutte le angosce che vi assillano.”
“Ma tu devi anche comprendere che non esisti solo tu in questo mondo! Non puoi pensare di poter fare qualsiasi cosa ti passa per la testa, perché tutto ciò che fai ha delle conseguenze, belle o brutte che siano” controbatté lui.
“E’ vero hai pienamente ragione e quindi che dovrei fare? Rinunciare alla mia vita, alla possibilità di essere felice, solamente per voi? No, io non ci sto! Considerami pure un arrogante, un egoista, ma sappi che io non abbandono così facilmente il mio diritto di essere felice. E penso anche che nessuno di voi dovrebbe mai permettersi di pensare prima agli altri che a se stessi. Sapete benissimo che per cercare di rendere felici le persone che ci stanno intorno, prima di tutti dobbiamo pensare alla nostra serenità. Solo le cose fatte per noi non possono e non dovrebbero essere mai recriminate dagli altri. Perciò io vi dico di sbagliare, di cadere, di farvi male. Piangete, soffrite, patite, ma almeno potrete dire di averci provato, di aver vissuto per davvero. Potrete dire che voi avete cercato di trovare quel barlume di felicità di cui tanto avevate bisogno, perché avete avuto il coraggio di tentare, anche se non sapevate se avreste fatto bene o male. Quindi sbagliate, perché è un vostro diritto. Sbagliate, perché è un vostro dovere.”



Commenti

pubblicato il lunedì 18 aprile 2016
tartaruga82, ha scritto: A volte sbagliare regala un senso di libertà, gli errori aiutano, purchè non siano errori irrimediabili. E allora perché no? Sbagliamo tranquillamente!

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: