ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 10 aprile 2016
ultima lettura domenica 12 maggio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

IL VILLAGGIO DEI PROCIONI

di saetta64. Letto 523 volte. Dallo scaffale Fiabe

Molto tempo fà, nella notte dei tempi  esisteva una foresta incantata popolata da molte creature magiche.Nel cuore della foresta era stato costruito un villaggio abitato da tanti  piccol procioni. In questo villaggio viveva l'armonia&n.....

Molto tempo fà, nella notte dei tempi esisteva una foresta incantata popolata da molte creature magiche.Nel cuore della foresta era stato costruito un villaggio abitato da tanti piccol procioni. In questo villaggio viveva l'armonia e la fratellanza :tutti gli abitanti avevano un ruolo preciso nella comunità e si aiutavano l'un l'altro .Questa armonia e felicità,come spesso accade anche ai giorni nostri, riscuoteva molti apprezzamenti ma anche tanta invidia da parte di chi questa armonia non la poteva avere .La strega del lago nero che si trovava a nord della foresta, aveva come unico scopo quello di distruggere il villaggio,quindi di distruggere la felicità di quel luogo incantat0.Fortunatamente il villaggio era protetto dalle" Fatine della foresta" e dal "Vecchio dalla barba bianca",un anziano mago molto esperto e molto saggio.Le fatine avevano creato una sfera che rendeva il villaggio invisibile a tutti .Infatti, malgrado la strega si prodigasse con mille magie ,fino a quel momento non era riuscita a trovare nemmeno una piccola traccia del villaggio.

Un giorno la Strega,convocò al suo castello Il grande Lupo grigio,il capo di un famelico branco di lupi giganti.Insieme decisero di inviare nella foresta due tra i più astuti lupi del branco.I due lupi giunsero velocemente nella foresta ma non ebbero molta fortuna e vagarono per giorni e giorni senza trovare alcun segno della presenza del villaggio.Inaspettatamente ,una mattina videro un piccolo procione che stava raccogliendo delle erbe.Si nascosero e lo seguirono .Quando ebbe finito la raccolta,il procione tornò sui suoi passi e si diresse verso una radura per poi sparire attraverso la sfera magica. I due lupi non potevano credere a tanta fortuna:avevano trovato il villaggio ed insieme si diressero velocemente verso il lago nero per avvisare il loro capo ma....improvvisamente davanti a loro si materializzò il Vecchio dalla barba bianca che con un colpo di magia trasformò i due lupi in due piccole lumache in modo da rallentarne la corsa.

Nel frattempo la strega , preoccupata dal mancato ritorno dei due Lupi espolaratori, insieme al capo e ai più feroci lupi del branco,decise di raggiungere la foresta. Dopo lunghe ricerche... il capo branco sentì due vocine molto lontane che lo chiamavano.Aguzzò la vista e vide le due lumachine che si agitavano nell'erba.La strega capì subito cos'era successo e con uno un movimernto delle dita trasformo le due lumachine in due lupi.In breve tempo la strega venne messa al corrente della situazione ed immediatamente i due lupi guidarono il gruppo alla radura.

La strega a questo punto stava per scagliare un fulmine magico proprio al centro dello spiazzo,dove si trovava il villaggio nascosto...ma una voce alle sue spalle tuonò

-Ferma strega malvagia!

-Vecchio non ostacolarmi ! Sai che la mia magia è molto più potente della tua!

-Ripeto, fermati!

Ma la strega non volle sentir ragioni e scagliò un fulmine verso il mago ,ma come abbiamo già detto,il mago era molto scaltro e si trasformò in uno specchio il quale riflettendo l'immagine stessa della strega fece ritornare il fulmine verso la strega stessa..... e la polverizzò.I lupi,visto quanto era successo decisero di darsela a gambe diregendosi verso il nord da dove non sarebbero certo più tornati.

Da quel momentoil villaggio dei procioni fù fuori pericolo e l'armonia ,in quel luogo fatato .regnò ancora per molto molto tempo .



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: