ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 


Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 5 aprile 2016
ultima lettura venerdì 17 maggio 2019

Questo lavoro e' adatto ad un pubblico adulto

Il viaggio in Brasile

di FabioInsalaco. Letto 541 volte. Dallo scaffale Viaggi

S'era scocciato del suo buco di paese. Aveva messo un paio di stracci dentro a una borsa ed era partito senza dire niente a nessuno. Passò gli ...

S'era scocciato del suo buco di paese. Aveva messo un paio di stracci dentro a una borsa ed era partito senza dire niente a nessuno. Passò gli otto mesi successivi percorrendo il Brasile in lungo e in largo. La prima tappa era stata Rio. Lì aveva conosciuto Maria e per lei aveva perso la testa. Dopo essersi stabilito in una catapecchia del suo quartiere s'era presentato ai suoi genitori, che però tanto entusiasti non sembravano proprio. Avrebbe voluto sposarla, solo che era troppo piccola per lui e il padre glielo aveva fatto capire prima con le buone, poi con le cattive. Così se n'era andato e aveva cominciato a girovagare per quel paese gigantesco. Durante il suo itinerario aveva conosciuto vecchi saggi, frequentato farabutti, campato di lavoretti, preso sbornie, nuotato nell'oceano, mangiato in casa di ricchi, studiato capoeira, fumato cocaina, suonato il berimbau, fatto l'amore in spiaggia, viaggiato senza biglietto, insegnato italiano, ingannato la polizia, preso funghi allucinogeni, guidato una Ferrari, meditato su montagne, rubato computer, fatto bungee jumping e praticato sado-maso. In ultimo s'era unito per un mese a una tribù selvaggia nei pressi di Carauari, sicuro di riconciliarsi così con la dimensione più primitiva dell'esistenza. Alla fine se n'era andato coi capelli rasta e quindici chili di meno. Una volta rientrato a Rio, era andato alla casa di Maria, ma non l'aveva trovata. I vicini dicevano che la sua famiglia s'era trasferita; dove, non lo sapevano. Allora l'aveva cercata disperatamente, per settimane. Ma senza risultato. Ubriaco, s'era poi cacciato in una rissa. Fu arrestato e rilasciato. L'ostello dove stava non faceva credito. Era ora di tornare in Italia. Ad Accadia, provincia di Foggia. Ma era già pronto per l'Africa. O almeno, così credeva.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: