ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 31 marzo 2016
ultima lettura lunedì 18 febbraio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Trasformazioni (2)

di AgneseS. Letto 389 volte. Dallo scaffale Fantasia

Arrivammo al parco una decina di minuti dopo, il nostro passo era molto lento… Come al solito il parco era deserto, era per questo ch...

Arrivammo al parco una decina di minuti dopo, il nostro passo era molto lento… Come al solito il parco era deserto, era per questo che andavamo sempre lì, era una cosa che ci piaceva molto avere un posto dove potevamo divertirci all’aperto pur mantenendo la nostra poca privacy.

Ci sedemmo all’ombra del nostro cipresso, si raccontava che era stato piantato ancora prima della nascita dei nostri nonni ed era ancora lì dopo il recente disboscamento.

Ci aggiornammo sulle nostre novità, eravamo tutti eccitati per via delle vacanze estive e non vedevamo l’ora di andare al mare fra due settimane, era la nostra prima uscita da soli. Scoprimmo che Kate aveva conosciuto un ragazzo carino, ma non sapeva come approcciarsi, Elena era riuscita a dimagrire di tre kili ed era molto felice e Toby aveva iniziato a fare un nuovo sport…

“ho iniziato a fare un nuovo sport, è troppo divertente, però ho rischiato di farmi male seriamente più volte, ma ne vale proprio la pena!”

“che sport è?” domandai incuriosita; il mondo degli sport, soprattutto quelli pericolosi, mi piaceva molto, anche se da fuori non si direbbe molto…

“parkour!”

“sarebbe?” chiese Kate, che di sport proprio non se ne intendeva.

“è uno sport dove principalmente si corre e si fanno acrobazie, si pratica soprattutto nei cantieri, per strada… Ci vuole moto allenamento e anche quello può essere doloroso…”

In un attimo di pazzia proposi: “Dai facciamo un po’ di allenamento così ci mettiamo un po’ in forma per quando andremo al mare!”

“non è una brutta idea!” risposero in coro le ragazze.

Ci mettemmo un po’ a decidere il piano di allenamento, soprattutto perché non tutti eravamo ben allenati, scegliemmo: stretching, 10 flessioni, 10 addominali un giro di corsa del parco per poi fermarsi e ricominciare dopo un paio di minuti.

Ci mettemmo tutti d’impegno; Kate era già morta solo dopo le flessioni, Toby, addirittura, aveva moltiplicato il suo numero di flessioni e addominali e aveva finito comunque prima di noi e per fortuna che il nostro parco giochi era piccolo perché non sapevo se ce l’avrei fatta se fosse stato solo un po’ più grande…

Finito il primo ciclo noi ragazze ci buttammo a terra sfinite, Toby ci guardò e si mise a ridere, ma nessuna di noi aveva la forza necessaria per mandarlo a quel paese così restammo sdraiate per terra per più di cinque minuti.

Ripartimmo con il secondo ciclo, dopo aver finito gli addominali solo io tra tutte le ragazze trovai la forza di iniziare la corsa, arrivata all’angolo opposto del parco non vidi una radice che sporgeva e caddi di faccia nell’erba; rotolai, ridendo sulla schiena, Toby, che ormai aveva finito da un po’, mi raggiunse di corsa chiedendomi se stessi bene. Mi toccai il naso, sanguinava; dopo aver rassicurato Toby sulla mia condizione di salute mi tese la mano, l’afferrai e mi misi in piedi, quando feci per mettere il peso sulla gamba destra essa mi cedette e mi ritrovai, di nuovo, stesa sul terreno.

Imprecando mi misi seduta, le ragazze non avevano ancora visto niente erano sdraiate per terra sfinite dagli addominali, quando una si degno di mettersi seduta e mi vide, si spaventò e in pochi secondi furono di già accanto a me spaventate.

Dopo averle rassicurate tutte e due mi aiutarono ad alzarmi e mi portarono alla panchina più vicina, che, per fortuna, era in ombra.

“vado a prenderti qualche antidolorifico naturale su all’erboristeria” e senza aspettare una mia risposta Toby partì di corsa.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: