ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 12 marzo 2016
ultima lettura martedì 12 novembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

NATURA SELVAGGIA: COMMENTO

di Giovanni95. Letto 422 volte. Dallo scaffale Fantasia

Alcuni dei miei amici hanno letto in parte o nella sua totalità il racconto NATURA SELVAGGIA, mi hanno chiesto di riportare gli spunti che ho a...

Alcuni dei miei amici hanno letto in parte o nella sua totalità il racconto NATURA SELVAGGIA, mi hanno chiesto di riportare gli spunti che ho avuto durante il mio racconto e le mie intenzioni future sulla vicenda.

Partiamo dal fatto che Natura Selvaggia nasce come un semplice racconto, una mia fantasia a cui ho voluto dare vita attraverso le parole che ho scritto fino a ora. Il tutto fa parte di una serie di racconti intitolati Le Cronache di Alba che ho intenzione di scrivere se non altro per avere qualcosa da raccontare, perchè per citare il film La Leggenda del pianista sull'oceano "non sei fregato veramente, finché hai una buona storia e qualcuno a cui raccontarla".
Partiamo con il protagonista Garmr. Garmr è un personaggio che trae le sue origini nella mitologia norrena, è il segugio infernale a guardia del regno di Hell. Nasce nella foresta d'acciaio. Con questa breve introduzione ho già rivelato alcune connessioni con il mio racconto e il personaggio. Prima su tutte vi è la sua trasformazione, una sorta di licantropo moderno, e poi il luogo in cui la sua trasformazione avviene. Il termine con cui viene chiamato dal cattivo di turno è versipelle che è un termine latino per lupo mannaro, letteralmente si dovrebbe tradurre con colui che cambia(rivolta) la pelle. E nei racconti a venire i versipelle non saranno licantropi ma supersoldati capaci di mutare la propria forma. Egli rappresenterà nel corso dei vari racconti quella che è la parte più animale dell'uomo, l'istinto puro. In generale le storie che avranno Garmr come protagonista prenderanno spunto dal mito norreno. Non è infatti nascosto che il nemico glaciale dell'episodio è Bergelmir, il celebre gigante di ghiaccio, o che la ribellione prenda il nome dell'apocalisse del Nord: il Ragnarok. Il Ragnarok, però, non assume un significato totalmente negativo bensì rappresenta la fine del ciclo di potere ottenuto dall'imperatore la Fenice. Spiegherò più in là come il nome del potente dittatore sia ispirato ad uno degli animali fantastici più "buoni" che si possano trovare.
Passiamo ora al personaggio attorno a cui ruota l'intera vicenda Ligrev. Non è difficile intravedere le figure che mi hanno dato ispirazione per la sua creazione. La prima è il celebre personaggio di Verga: Rosso Malpelo. La sua visione del mondo è un'estremizzazione della bestialità umana che però trova conferme nel mondo in cui Ligrev e Garmr vivono, il Nido. Il secondo personaggio, invece, è Virgilio, la guida infernale di Dante. Ligrev è il maestro di Garmr, è colui che solo lo può condurre attraverso l'inferno della povertà e della discriminazione. Un maestro che tuttavia fallisce e non riesce a bastare allo sviluppo del protagonista. A dimostrazione di ciò ecco spuntare un'altra figura Sisith, nome proveniente dal mondo greco. Chi non conosce il povero Sisifo costretto da Zeus a spingere un enorme macigno su per una montagna per il resto dell'eternità? Ma prima della punizione Sisifo era un re dall'incredibile acume e capace di trarre in inganno anche gli dei più volte e, perchè no, anche una folla inferocita contro due bambini.
Per quanto riguarda il primo capitolo non credo di avere altro da dire se non come ho storpiato altri nomi nel racconto. Kerbs è un altro segugio infernale il cui nome della mitologia è ben noto: Cerbero. Gristof, navigatore della jeep che Garmr usa per scappare, richiama Cristoforo Colombo. La città Manìtungl sta a significare città della luna (richiamo sia ai lupi mannari che a Garmr in quanto secondo alcune versioni del mito sarebbe lui il lupo che durante il Ragnarok divorerebbe la luna al posto di Hati).


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: