ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 7.768 ewriters e abbiamo pubblicato 69.458 lavori, che sono stati letti 42.914.906 volte e commentati 53.697 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 6 marzo 2016
ultima lettura lunedì 24 aprile 2017

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

La brillantina colpirà ancora.

di kitchen. Letto 358 volte. Dallo scaffale Cinema

Una corsa senza sosta in riva al mare, le impronte che passo dopo passo vengono cancellate dalle onde. Gli abbracci, i sorrisi scambiati sotto i raggi del sole e i baci concessi, perché si è consapevoli che si è colpevoli in questo...

Una corsa senza sosta in riva al mare, le impronte che passo dopo passo vengono cancellate dalle onde. Gli abbracci, i sorrisi scambiati sotto i raggi del sole e i baci concessi, perché si è consapevoli che si è colpevoli in questo amore senza possibilità di preservare. “ Forse devo tornare in Australia, non ci vedremo più. ” Dice lei. Prima che potesse riaprir bocca per uscire completamente di scena lui le sussurra : “E’ solo il principio”. E così si riaprì il sipario e Grease - La brillantina diventò la parola d'ordine nel lontano 1979 per aprire la porta che rinchiudeva il mondo degli anni 50’. Tratto dall’omonimo musical, diventò presto uno dei film di maggior successo. Non c’è nessuno che non conosca la colonna sonora del film e che quando veda Grease sia capace di stare incollato fermo al televisore per l’infrenabile voglia di scatenarsi. Oltre aver ricevuto ben 5 nomination al Golden Globe, Summer Night e You are the one diventarono delle vere proprie hit che rimasero in vetta alle classifiche per un lungo periodo specie in Gran Bretagna. La protagonista femminile Sandy (Olivia Newton John)che rappresenta una ragazza troppo innocente e pura per far parte del gruppo delle ragazze ribelli della high school, durante le vacanze estive si innamora di un vero principe azzurro: Danny Zuko (John Travolta) dallo sguardo magnetico, sorriso accattivante, dolce, sincero, anzi, un gentil uomo come lo definisce l’ingenua innamorata. Insomma un cavaliere che tutte d’adolescenti abbiamo desiderato d’ incontrare. Se però è vero che con settembre si finisce di scrivere il diario delle vacanze se ne inizia subito un ‘altro che è quello scolastico. I programmi di Sandy cambiano improvvisamente. Non parte e inizia a frequentare la Rydell School dove ancora non sa che il ragazzo più popolare di tutta la scuola è proprio colui che le ha fatto battere il cuore i mesi scorsi. Così prende via il percorso di questo personaggio sottoposto ad un lento e duro cambiamento che sarà definitivo. Con il piano malvagio di Rizzo (Stockard Chaning), leader delle Pink Ladies, i 2 si rincontreranno ma, Danny ha la reputazione del rubacuori, non può mostrarsi davanti al suo gruppo di amici, i T Birds la sua galanteria. Spezza così in modo ridicolo il cuore della ragazza mettendo in moto una serie di situazioni per la quale l’amore sembra alla continua ricerca di un lieto fine. Inutile dire che Grease presenti oramai un cult della storia del cinema, addirittura un must che continua a trasmettere la cultura pop del tempo anche ai giorni nostri. E’ un inno al rock and roll di Elvis, alla moda di quegli anni. Vestiti pastello che mi ricordano i quadri di Van Gogh, fular legati al collo dai colori sgargianti, accessori che disegnano il viso di questi personaggi femminili che vanno dalla tipica secchiona, al’ acqua e sapone e alla trasgressiva. Giacche chiodo invece indossati dai maschi, i capelli portati con la riga da una parte e i ciuffi ribelli sempre da addomesticare dopo un minimo movimento con il pettine portato sempre con sé dietro la tasca dei jeans a vita alta. Ricco di balli in cui il corpo che traspare è quello del giovane John Travolta che dopo la Febbre del Sabato Sera ci fa’ ancora sognare di poter ricevere un ballo. Inoltre a noi italiani si presenta come un open day di una scuola americana per via delle presenze di cheerleader, football e uno scorcio alla scoperta della lontana e tanto ambita America. I drive-in, ovvero i cinema all’aperto, dove lo scopo non era guardarsi il film ma di confessare il proprio nome di battesimo e intanto di aggrapparsi uno sopra l’altro assaggiandosi la pelle. Ma la fame è più forte e si concludeva la serata a sbuffarsi con hamburger, patatine e milkshake. La brillantina colpirà ancora, e ancora una volta, senza passare mai di moda, perché è come se il sipario non fosse mai calato: è in grado di scatenare un energia frizzante, con quel tocco cristallino che sconfigge il nostro progresso e i trend di adesso. Trasformandosi così in un virus virale che sarà sempre contagioso. Mostrando un make-up che non teme di colare, personaggi che non hanno bisogno di adattarsi agli stile dei teenager moderni e che sarà sempre capace di far breccia nel cuore di chi lo vede


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: