ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 21 febbraio 2016
ultima lettura domenica 23 febbraio 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Mela Killer

di OSCARtheDark. Letto 455 volte. Dallo scaffale Generico

Una mela può uccidere. Può farlo anche un contadino cannibale... Un brevissimo racconto, un esercizio sui personaggi.

Mela Killer

Com’erano finiti in quella situazione non riuscivano a spiegarselo. Nel vecchio campo del signor. Huggins c’era un vecchio melo le cui mele erano sempre rosse e succose. I ragazzi del paese si intrufolavano spesso nel campo per rubarne qualcuna. E come tutti gli altri ragazzi anche loro avevano pensato di assaggiare, almeno per una volta, una di quelle fantastiche mele. Fu per la loro ingordigia se finì così. <<AhhAhhhArgAhhh!!!>> Luciano gridava come un pazzo, il suo piede era rimasto incastrato tra i denti di una tagliola. <<Toglietela! Toglietela!>> continuava a ripetere. Le lacrime scendevano copiose dai suoi occhi. Fernando e Gabriele avevano provato più volte a spalancare le fauci della trappola ma questa, arrugginita dal tempo, non voleva lasciare il piede di Luciano. Cosa fare? <<Andiamo a chiare aiuto!>> aveva subito esclamato Gabriele. Una goccia di sudore, dovuta alla paura e alla preoccupazione, gli bagnò la tempia sinistra. Fernando fissava, ormai bianco come un lenzuolo, i rivoli di sangue che dalla caviglia di Luciano scorrevano sulle dorate spighe di grano sporcandole. <<No! Non possiamo chiamare nessuno, dovremmo dire perché siamo venuti qui!>> <<Oh Dio, Fernando! Non sei tu quello che ha un piede in una fottutissima trappola! Vai a chiamare qualcuno!>> strillò Luciano. Ma Fernando tentennava insicuro; era nel panico. <<Avanti, Fernando…>> Gabriele lo afferrò per braccio destro e lo scosse. <<Andiamo!>> Fernando continuava a fissare il sangue. <<Che ci faranno mai?! Una tirata d’orecchi? Andiamo Fernando! Se non ci vai tu ci vado io!>> A questo punto, una voce rauca giunse da lontano alle loro orecchie. Era il vecchio Huggins. <<Scappiamo!>> gridò Fernando correndo via. <<Aspetta!>> disse Luciano, e poi, si rivolse a Gabriele. <<Non lasciarmi qui!>> << M-mi dispiace>> mormorò Gabriele, e scappò anche lui. Il vecchio Huggins faceva paura a tutti. Qualcuno affermava fosse cannibale. Io so soltanto che Luciano non tornò più.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: