ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 12 gennaio 2016
ultima lettura sabato 20 luglio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Inno alla Natura

di Ila. Letto 563 volte. Dallo scaffale Poesia

Seduta su una candida panchina di legno,ammiro di Dio e della Natura l'ingegno:l'erba e le foglie di sfavillante smeraldo,l'aria fresca che accarezza la carne fremente,il sole appeso a questo cielo di acceso cobaltoche come un pittore da luce e colore ...

Seduta su una candida panchina di legno,
ammiro di Dio e della Natura l'ingegno:
l'erba e le foglie di sfavillante smeraldo,
l'aria fresca che accarezza la carne fremente,
il sole appeso a questo cielo di acceso cobalto
che come un pittore da luce e colore a questo dipinto vivente.
Io, spettatore, osservo
ed ascolto dal bel canto l'uccello:
a lui s'uniscono le fronde e le cicale,
che il fresco vento risveglia dal torpore autunnale;
rispondono i fiori alla chiamata
e le corolle alzano,
mentre il sole gira al fin della giornata,
e, vedo, i petali del ciliegio
che nella brezza volano, rosati
come le gote di un bimbo gioioso e lieto
nel vedere i genitori, ricchi di balocchi,
da lui tornati.
Di questa magnificenza mi riempio gli occhi,
aspettando quieta della notte l'avvento,
quando questi colori oscurati
accenderanno la mente ed il cuore, nel momento
in cui prepotenti torneranno alla memoria
di Dio e della Natura le immagini di gloria.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: