ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 12 gennaio 2016
ultima lettura venerdì 15 marzo 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Meditazione - Priorità

di Ila. Letto 301 volte. Dallo scaffale Viaggi

Seneca ha ragione: l’uomo ha il tempo necessario per compiere ciò che deve, compresi gli errori. La frase: “Non ho avuto tempo” è infondata. La vita è basata sulle priorità di ciascun individuo. ...

Seneca ha ragione: l’uomo ha il tempo necessario per compiere ciò che deve, compresi gli errori.

La frase: “Non ho avuto tempo” è infondata. La vita è basata sulle priorità di ciascun individuo. Non è vero che l’uomo non ha potuto fare qualcosa per mancanza di tempo, in quanto, in realtà, ha solo fatto ciò che per lui aveva la priorità. L’uomo agisce in base ad una scala di valori, dedica il proprio tempo e si impegna nel portare a termine quelle cose a cui tiene maggiormente.

L’uomo non può giustificare una possibile sofferenza derivante dalle sue scelte, deve solo evitare di lasciarsi ingannare dalle convenzioni, per esempio non adottando il sistema valoriale di qualcun altro.

Un uomo consapevole ha ragionato bene su ciò che per lui è importante, in modo da non avere rimpianti nel futuro. Un uomo con dei rimpianti consuma il resto del suo tempo nell’odiare se stesso o nell’odiare altri, mentre è solo sua la responsabilità delle sue scelte.

Quando un uomo dedica il proprio tempo ad altri, lui ama, non tanto in quanto il tempo è un bene prezioso, sebbene lo sia, ma in quanto fa del prossimo la sua priorità. L’oggetto prioritario è più importante del soggetto che agisce; il soggetto persegue l’oggetto, coltivandolo come una rosa: lo cura con attenzione affinché cresca e sbocci. All’amore consegue la cura, che l’uomo non impiega al fine di conservare il proprio tempo, ma al fine di preservare l’oggetto prioritario.



Commenti

pubblicato il martedì 12 gennaio 2016
Burano, ha scritto: Tutto vero, e tutto scritto bene ;)
pubblicato il martedì 12 gennaio 2016
michelino, ha scritto: A me piace piace molto l'idea di poter portare il tuo ragionamento verso conseguenze ancora più estreme cercando (fin dove è possibile) di annullare le differenze tra soggetto e oggetto che in qualche modo, devono diventare la stessa cosa.

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: