ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 13 dicembre 2015
ultima lettura martedì 11 dicembre 2018

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Camminata lunga 70 km

di Jail. Letto 327 volte. Dallo scaffale Generico

Oggi 13 Dicembre 2015 ,a distanza di 8 giorni, inizio a camminare decentemente e il dolore al piede destro si è fatto sopportabile. Da qualche tempo mi balenava l'idea di mettermi alla prova, volevo vedere, se, senza allenamenti particolari,

sarei riuscito percorrere una distanza lunga,(almeno per me),a piedi.

In casa non ho detto nulla,non avevo voglia di dscussioni ,la cosa riguardava me e un paio di scarpe.

Il Venerdì sera nessun amico si è fatto sentire per uscire,quasi fosse un segno che sarei potuto partire;ho puntato la sveglia alle 5,45 calcolando che la giornata mi sarebbe bastata per la mia piccola impresa personale.

Ho dormito male, svegliandomi spesso ,così,quando alle 4,50 ho aperto nuovamente gli occhi,ho pensato che tanto valeva non rimandare oltre,mi sono vestito,ho fatto colazione,preso portafoglio,cellulare,chiavi di casa,teleomando del cancello,un po di cibo e un fanale a led da bici,via mi son detto,proviamo.

Da Pozza a Pompeano,circa 70 tra andata e ritorno e un 1500 metri di dislivello metà in salita e l'altra,ovviamente..

Non ho neanche provato a correre,sapevo che se l'avessi fatto poi l'avrei pagata,ma sono partito con un ottimo passo,anche per capire se potevo farcela con i tempi.

Appena partito,ero indeciso se accorciare atraverso la "Lucchina",più corta e ripida,ma decisamente troppo imboscata per quell'ora di notte,se vengo aggredito da un lupo,pensai,non ho neanche un bastone e siccome l'anno scorso ne ho visto uno nelle campagne di Sassuolo,il rischio non lo corro.

Così,arrivo a Maranello e mi incammino lungo la Giardini,l'ho fatta tante volte in bici,ma mai a piedi e certo mai di notte.

Cammino rigorosamente a sinistra perchè così vedo il pericolo e segnalo la mia presenza con la luce ; luce che accendo appunto solo per segnalare la mia presenza,mi piace l'idea di gustarmi la notte,avvolto nella nebbia più fitta che mi abbandonerà solo dopo i 500 metri s.l.m.

La gamba inizia a dolermi già a S.Venanzio,quando avrò percorso sì e no 7 km e incontro al cimitero lo sbocco della strada che ho ritenuto di non fare,lancio i primi improperi contro la signora che mi ha investito nel 2011,perchè a dispetto di tuta la fisio che ho fatto non vado nemmeno vicino ad essere tornato com'ero,se ontinua così,penso,non ho essuna possibilità di farcela.

Mangio qualcosa e penso a tutto il dolore che ho visto negli ultimi anni,i miei piccoli mali somigliano tanto ai piagnistei di un bambino,non voglio nemmeno prenderli in considerazione,sono appena partito e voglio arrivare su,poi vedrò se è il caso di farmi venire a prendere,ma almeno su voglio arrivarci,sono determinato.

Dopo poco non sento più nessun dolore,ogni tanto incrocio la macchina di qualcuno che va al lavoro e sicuramente penserà che sono un povero matto,ma la cosa che mi impressiona di più sono i cani che mi sentono arrivare qualche centinaio di metri prima e abbaiano,qualcuno fino al vedermi e capire che non sono un pericolo,qualcuno finchè non mi sono allontanato.

Sono partito nel periodo in cui le giornate sono più corte,così,devo aspettare le sette per vedere il giorno e a quell'ora sono già,(si fa per dire),a Montardone incontro studenti e lavoratori che aspettano la corriera per scendere.

Continuerò a scrivere più avanti,so che probabilmente non interessa a nessuno,ma anche lo scrivere non lo faccio che per me,è un'altra di quelle cose che in casa non dico nemmeno,oggi sto davvero lottando con le lettere che restano nella tastiera,ma voglio finre di raccontare il mio Sabato diverso dal solito,per non scordarmelo.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: