ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 9 dicembre 2015
ultima lettura giovedì 15 agosto 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Il filo con cui ti salverò - 2 parte

di ketty97. Letto 416 volte. Dallo scaffale Amore

Aurora, 24/04/2014 Ciao amore, sono passati un sacco di mesi da quel giorno, dal giorno in cui “qualcosa “ ti ha allontanato da me, non d...

Aurora, 24/04/2014
Ciao amore,
sono passati un sacco di mesi da quel giorno, dal giorno in cui “qualcosa “ ti ha allontanato da me, non dico portato via perché sai come la penso: le persone anche se lontane non andranno mai via da noi; anche se diciamocelo, la nostra lontananza non si può superare con un treno e nemmeno con un aereo ma ti giuro, sei sempre con me, in ogni mio giorno ed in ogni mio gesto.
Come ben sai questa è la prima lettera che ti scrivo da allora, ho deciso di farlo oggi perché è il giorno del nostro anniversario e, non potendo regalarti altro, ho deciso di fare questo.
Non so se hai visto, ti scrivo “Buongiorno Amore” tutte le mattine come d’abitudine perché non dimenticherò mai quando dicevi ai tuoi amici “divertirsi ed uscire tutte le sere è bello ma buongiorno amore non lo batte niente” e delle volte non ti nascondo che controllo per vedere se hai visualizzato.
Amore mio, non sai quanto mi manchi. Quanto mi mancano i tuoi occhi e le tue risate.
Darei qualsiasi cosa per poterti stare accanto anche solo per un secondo. Infatti spero sempre che almeno nei sogni ogni tanto mi vieni a trovare ma non capita mai.
Mi manchi, mi manchi troppo, delle volte non riesco neanche a respirare per quanto mi manchi.
Tutti i giorni penso alle promesse che mi avevi fatto, alla felicità che avremmo provato alla nascita di nostro figlio, la nostra grandissima voglia di sposarci e vivere per sempre insieme.
Ed ora dove sei? Io ho bisogno di una risposta, non ce la faccio più senza di te. Rispondimi Leo. Fammi sentire la tua voce, fammi accarezzare i tuoi capello, pure se dovesse succedere mentre dormo ma lasciamelo fare, almeno questo me lo devi.
Io non vivo più da quando non ci sei tu, lo capisci questo? Mi hai abbandonata Leo, io ho bisogno di te ora…voglio passare questo anniversario con te e non con il pensiero che magari tu ora stai giocando col nostro bambino ed io non ho potuto nemmeno vederlo.
Ti sembra giusto tutto questo? Perché non venite a prendere anche me? Lo so, se fossi qui ora mi avresti tirato uno schiaffo e mi avresti detto “che dici amore, tu devi salvare il mondo come hai salvato me”. Leo...io ci sto provando, con tutte le mie forze, vado in ospedale ogni mattina per i bambini che hanno la tua stessa malattia perché so che tu saresti stato orgoglioso di questo…ma Leo la mia ancora eri tu, non so per quanto riuscirò a restare a galla da sola.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: