ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato lunedì 23 novembre 2015
ultima lettura sabato 18 gennaio 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Panacea: Capitolo Speciale 1 - Cambiamenti

di FrancescoGiordano. Letto 501 volte. Dallo scaffale Fantascienza

Con questo capitolo speciale, andremo a capire come le missioni di Alex hanno cambiato l'universo di Panacea.

Anche se Alex è stato fermato, alcune missioni che ha portato a termine hanno irrimediabilmente cambiato l'universo di Panacea. Con questo capitolo speciale andremo a capire nel dettaglio come le sue azioni hanno avuto effetto sulla società.

Missione 1: Uccidere Dukas

Nel primo capitolo, l'obiettivo era quello di fare fuori un dottore che aveva scoperto un farmaco in grado di curare qualsiasi malattia. La missione gli era stata affidata dalla Green World, con uno scopo molto semplice, creare una teoria del complotto che potesse funzionare. Gli studi di Dukas, a quel punto, non erano ancora stati resi noti al pubblico, mancava ancora qualche passaggio prima di poter fare un annuncio ufficiale.

Ma grazie a diverse talpe, la Green World sapeva già tutto, quindi decise di giocare in anticipo. Sia il lavoro di Alex che quello della compagnia, avevano lo scopo di sviare l'attenzione verso altri medici e scienziati. La reputazione di queste categorie era già messa in discussione da diverse notizie, spesso mal riportate, quindi fu facile far credere alla popolazione che ci fosse sotto un complotto.

Tutte le prove suggerivano solo una cosa, i suoi colleghi si erano uniti per far sparire le sue ricerche, in modo tale da non far mai vedere la luce del sole alla sua cura. Il motivo era semplice, con un medicinale del genere, le aziende che producevano altri prodotti non avrebbero più venduto nulla, rischiando il collasso. Le prove che portarono gli accusati non servirono a nulla, quelle contraffatte da Alex erano più "pesanti". Inoltre, come spesso accadeva, l'opinione pubblica era ormai certa della colpevolezza dei medici, dottori e ricercatori accusati. Il tutto accellerò notevolmente il processo.

Tutto ciò aumentò esponenzialmente la sfiducia verso i medici, che già non godevano di buona fama, portando le persone a scegliere i famosi "metodi alternatici". Le cure omeopatiche e naturali divennero la norma, solo raramente qualcuno visitava un'ospedale. Prodotti che vendeva anche la Green World, aumentando così il suo giro di affari. I vaccini, già temuti da tutti, divennero ormai quasi banditi, nessuno ne faceva più uso. Questo fece tornare alla ribalta diverse malattie ormai dimenticate, ma nonostante ciò, le persone continuavano a non far nulla ed a non fidarsi della scienza.

Missione 2: Infettare il bestiame

Il quarto capitolo vedeva il ritorno di Alex in azione, questa volta nessun omicidio, ma un compito più semplice, infettare dei mangimi derivati da grano OGM. Con questa missione la Green World voleva prendere due piccioni con una fava, screditare gli organismi geneticamenti modificati insieme alla carne.

Per gli OGM non ci furono difficoltà, le persone temevano già queste coltivazioni, le vedevano come una sorta di "esagerazione tecnologica". L'uomo non doveva modificare la natura, anche se, come altri ricordavano, era una cosa che faceva dall'alba dei tempi, incrociando le piante per migliorarne le capacità. Il problema era che la maggior parte aveva paura di questa tecnologia, l'immaginario collettivo era che gli OGM fossero pericolosi per la salute. "Non sappiamo più cosa mangiamo" era la frase più comune, seguita da "non sappiamo cosa ci sia in questi OGM".

La paura venne quindi sfruttata e, in poco tempo, una legge vietò del tutto ogni tipo di coltivazione OGM. Divieto che raggiunse quasi tutte le nazioni del mondo, redendo anche illegali tutti i tipi di studi e ricerche su questo campo.

Per la carne il percorso era più difficile, soprattutto perché le prove avevano un solo colpevole, gli OGM. Gli alimenti derivati dagli animali quindi, non erano direttamente responsabili per le gravi malattie e le morti che seguirono. Ma questo non fermò il piano della Green World che, come al solito, falsificò diverse prove e modificò alcune analisi. Alla fine, risultava che anche la carne era responsabile per quello che era successo.

Lo studio era, scientificamente parlando, pieno di errori, ma grazie alla prima missione, i medici e gli scienziati ormai non erano più molto considerati. Questo facilitò il tutto, le persone iniziarono a temere la carne, diminuendo drasticamente anche il consumo di altri alimenti di origine animale. A dare il colpo di grazia ci pensò uno studio successivo che, diversamente dal primo, non proveniva dalla Green World, ma da un'altra associazione.

C'erano molte differenze però, prima di tutto si trattava di una ricerca non ancora completa, i dati non erano infatti stati confermati. Ma i media annunciarono il tutto in modo errato, passando il messaggio che gli alimenti di origine animale, potevano aumentare le possibilità di ammalarsi di tumori quasi quanto fumare una sigaretta. Dopo questo articolo, il panico prese il sopravvento, fino al punto che una legge vietò del tutto il consumo di alimenti di origine animale.

Missione 3: Animali domestici infetti

L'ultima missione di Alex era diversa dal solito ed anche abbastanza semplice, iniettare una sostanza a tutti gli animali domestici di un condominio. Questa volta il compito gli era stato affidato dalla Animals Heaven, lo scopo, almeno inizialmente, non era molto chiaro, ma con il passare del tempo, tutto venne a galla.

La sostanza serviva a far impazzire gli animali domestici, diventando così molto aggressivi, ferendo e, in rari casi, anche uccidendo qualche bambino. La Animals Heaven, già da tempo, stava portando avanti una lotta per eliminare la figura degli animali domestici. Stando a questa compagnia, tutti gli animali dovevano vivere liberi ed immersi nella natura com'era giusto che fosse.

Così pensarono a questo piano, anche loro falsificarono dati e prove per dare la colpa di questa improvvisa ira al loro stato di "prigionieri". Dovettero impiegare molte risorse per essere presi seriamente, ma grazie al passaparola di molte pagine animaliste, la teoria prese sempre più piede. Grazie a questa "propaganda", alcune persone iniziarono a liberare gli animali domestici dalle case ove erano confinati.

Noncuranti di infrangere la legge, questi individui si rifugiavano dietro la scusa di una "giustizia morale". La legge non fu in grado di interrompere il fenomeno, ormai dilagante, lasciando campo libero all'Animals Heaven, che poté suggerire una soluzione. Ovvero, creare una legge per vietare di avere un animale domestico.

Ci furono aspre battaglie, anche tra gli animalisti, ma questi "liberatori" erano ormai sulla bocca di tutti. Molti si erano fatti anche uccidere, i padroni di casa, spaventati dall'improvvisa irruzione, spesso reagivano in modo violento. Per evitare altri problemi, si decise di rendere ufficiale questa legge, tutti gli animali domestici vennero quindi portati in nuovi luoghi sparsi per la nazione.


Tutti questi incarichi hanno uno scopo ben preciso, dal primo all'ultimo, ma c'è solo un modo per scoprire come tutti questi eventi sono collegati. Continuate a leggere la serie Panacea, perché dal prossimo capitolo in poi, ci saranno molti colpi di scena in arrivo.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: