ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 14 novembre 2015
ultima lettura sabato 16 marzo 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Cacciatori di vampiri 22

di julia. Letto 333 volte. Dallo scaffale Fantasia

All' interno della piccola e fredda stanza videro la meschina situazione che si era venuta a creare, Rachel era sdraiata sul letto insanguinato, stava perdendo conoscenza, aveva gli occhi socchiusi e il viso bianco come il latte, era talmente pallida.....

All' interno della piccola e fredda stanza videro la meschina situazione che si era venuta a creare, Rachel era sdraiata sul letto insanguinato, stava perdendo conoscenza, aveva gli occhi socchiusi e il viso bianco come il latte, era talmente pallida... Accanto alla porta da cui erano enrati c'era invece Raylan, la resa dei conti era arrivata, dopo anni che i due fratelli non si vedevano, non si parlavano, anni bui in cui l'odio che l'uno provava per l'altro era stato alimentato da stupidi scontri tra vampiri e umani che avevano provocato solo migliaia di morti e litri di sangue, dopo tutto questo tempo, dopo tutte queste ricerche, ecco i due poli delle fazioni occhi negli occhi. Il cacciatore corre verso il letto, tocca il polso a Chel e si rende conto che sta ancora battendo

-Questo non me lo dovevi fare Raylan- Dopo anni di silenzio il discorso esordiva così, il vampiro si girò e guardò il volto del fratello bagnato da lacrime di dolore, non aveva mai visto Christian piangere, anche durante tutte le battaglie in cui erano morti tutti i suoi compagni, erano morti i suoi amici, era rimasto solo talmente tante volte, ma MAI aveva pianto, in quel momento Raylan capii che tutto il male che avevano provocato era stato inutile, il dolore che avevano seminato nel mondo per anni gli sembrava una totale, inutile e stupida guerra contro i mulini a vento. Con uno scatto e gli occhi di ghiaccio lucidi, uscì dall'edificio in un attimo e si fermò a guardare fuori...

-Steffy, chiama un ambulanza, devo chiudere questa storia una volta per tutte- si dirige fuori e vede suo fratello davanti a se, si avvicina ma Raylan lo prende e in pochi secondi si ritrova sopra il Pumaro, il colle leggendario dove gli scontri tra umani e vampiri ebbero inizio,

-Eccoci Christian, solo io e te, è giunta la resa dei conti finalmente- ha in mano una scarica elettrica

-Ray, guardati attorno, non abbiamo più stagioni, la popolazione è ammalata, e chi non lo è ancora sta morendo di dolore per la perdita dei loro cari, il mondo si sta ribellando, coloro che ancora non sanno non riescono a spiegarsi perchè succede tutto questo, e coloro che sanno sono talmente spaventati da non uscire più di casa e da diffidare di chiunque!- Il vampiro fa cadere l'oggetto di tortura e scende in ginocchio fissando un punto vuoto, inizia a piovere e lui inizia a piangere -LO SO CHRISTIAN, HO CAPITO SOLO ORA IL MALE CHE ABBIAMO CREATO INUTILMENTE, ABBIAMO INIZIATO UNA GUERRA CONTRO IL GENERE UMANO CHE NON AVRA' MAI FINE E PROVOCATO CENTINAIA DI MIGLIAIA DI MORTI, LE MIE MANI CHRISTIAN, LE MIE MANI SONO MACCHIATI DI REATI COSI' ORRIBILI CHE NON RIESCO PIU' A CHIUDERE GLI OCCHI, ALTRIMENTI VEDREI I BAMBINI CHE HO UCCISO SENZA MOTIVO, LE DONNE CHE HO TRASFORMATO, MA ORA BASTA, UCCIDIMI! FALLO CHRISTIAN, HO PORTATO IN PUNTO DI MORTE LA RAGAZZA CHE TU ABBIA MAI AMATO DAVVERO, HO UCCISO I TUOI COMPAGNI E I TUOI AMICI PER RENDERTI VULNERABILE, FALLO, O LO FARO' IO-

-Non ti ucciderei mai, lo sai meglio di me! Alzati e sii uomo, non mi fai pena Raylan, hai scelto di schierarti dalla loro parte ma io non sono come te! Non voglio macchiare il mio onore di un crimine così squallido!- Vedo la sua maglia inzupparsi di sangue all'improvviso, Raylan cade a terra, un paletto di legno gli attraversa il corpo da parte a parte e in piedi dietro di lui, tra la nebbia Steffy e Valery, le loro facce compiaciute e un' aria di tradimento inconfondibile



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: