ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 7.694 ewriters e abbiamo pubblicato 68.833 lavori, che sono stati letti 42.393.033 volte e commentati 53.380 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato domenica 1 novembre 2015
ultima lettura sabato 25 marzo 2017

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

L'ultimo cacciatore di streghe

di Batckas. Letto 333 volte. Dallo scaffale Cinema

L'ultimo film di Vin Diesel, adesso nelle sale, vede un cacciatore di streghe impegnato da ottocento anni in una lotta eterna contro le forze del male per l'ordine dell'Ascia e della Spada.

The Last Witch Hunter, l’ultimo cacciatore di streghe, è stato il film creato appositamente per la festa di Halloween, alla fine che c’è di meglio di streghe nella notte degli spiriti? Ritroviamo Vin Diesel che abbandona i motori per darsi alla caccia delle streghe armato di spada; Rose Leslie che dopo aver combattuto al fianco di Jon Snow capisce che la vita da strega fa più per lei; Elijah Wood che ha ritrovato la fede dopo aver buttato l’anello nel Monte Fato; Michael Caine che fa sempre la parte di Alfred ma trasportata in questo nuovo universo cinematografico che spero possa andare avanti.
Partiamo dal principio. La storia racconta le vicende di Kaulder, un cacciatore di streghe, che subisce la maledizione di dover vivere per sempre, a causa di ciò, impiega la sua vita nel catturare le streghe che minacciano la razza umana. Dopo ottocento anni il mondo vive in pace, con una tregua. Tutto cambierà, però, quando la magia nera rischia di far rinascere la strega più potente e malvagia che il mondo abbia mai visto. Ovviamente toccherà a Kaulder farle il deretano e rimandarla dal posto dove è venuta.
Il film è bello, ti intrattiene per quell’ora e mezza che dura. Abbassa la tensione con battute simpatici e semplici. Le scene d’azione sono un po’ striminzite e pochi i nemici che vengono scassati a suon di calci sui denti da Vin Diesel e la cosa mi dispiace. La trama si sviluppa maggiormente sotto forma di thriller ambientato in un mondo dove magia e umanità stanno insieme in una forma molto diversa fatta di illusioni e pozioni che sono come droghe.
Una cosa che mi ha colpito molto è stato il materiale videoludico che il film ispirava. Tutto in quel film poteva benissimo diventare un videogioco, di stampo GDR, che avrebbe anche soddisfatto quelle lacune di background o di sceneggiatura che, per motivi di lunghezza, non sono state colmate. Sarebbe fantastico vedere un personaggio nella New York dell’ultimo cacciatore di streghe.
Il film è il trampolino di lancio per molti altri capitoli che potrebbero susseguirsi anche senza una trama lineare ma riprendendo la falsa riga dei Fast and Furious o magari degli 007. Spero di vedere nuovamente l’ultimo cacciatore, possibilmente che brandisce quella spada per più degli ultimi quindici minuti di film.
Ci sono numerosi cliché che si ripetono sulla scena ma non fanno gridare allo scandalo, sono necessari per la continuazione lineare e semplice della trama.
Gli effetti visivi sono realizzati molto bene. Le musiche ti catturano e riescono ad amplificare emozioni che forse la scena in sé non sarebbe stata in grado di trasmettere. Alcune scene, combinate con le musiche, sono particolarmente ispirate, soprattutto quando viviamo il passato di Kaulder.
Il film, sebbene pensato per la notte di Halloween, assolutamente non fa paura. È adatto a tutti: non una cattiva parola, non una goccia di sangue, non un’allusione osé. È un film fine sotto tutti i punti di vista e mi piace per questo suo aspetto “umile”.
The Last Witch Hunter venne definito un film per “nerd” e in effetti non ha tutti i torti, considerando anche che Vin Diesel ama giocare di ruolo a D&D. Il film ha tutto il materiale per diventare un fumetto, un gioco, un libro, una serie di film. Spero di vedere nuovamente Kaulder sulla scena e di vederlo stendere qualche mostro a suon di spadate infuocate.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: