ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato giovedì 29 ottobre 2015
ultima lettura mercoledì 11 dicembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Deframmentazione

di womanjazz3. Letto 345 volte. Dallo scaffale Viaggi

E' come correre sopra a un pavimento di specchi che si fesano ad ogni mio passo. Ogni passo è una crepa, che genera panico, che genera, che ge...

E' come correre sopra a un pavimento di specchi che si fesano ad ogni mio passo. Ogni passo è una crepa, che genera panico, che genera, che genera rumore, e le schegge che come metastasi ammalano la carne che sanguina e goccia, e spande odore ferroso, e liquido e pesante.. mi toglie il respiro e mi imprigiona l'anima.

Smarrire il punto dei punti. E' sentirsi frullati e impastati da un braccio meccanico, che amalgama il male e crea aria che scoppia in vena. E i pesci non avranno acqua da nuotare. Il mondo che conosco o che mi sono costruita diviene in un lampo qualcosa che non mi appartiene più, senza di te. Il mio destino sarebbe quello di soccombere eternamente.

Sento rimbombare nella testa e negli occhi le percosse di tutte le lacrime del mondo..un ala spezzata che non può volare, un corpo, un cuore e uno spirito che nel medesimo istante in cui provano a innalsarzi, duolono e cadono giù. Domande travestite da aghi infilzano la mia persona, mentre affogo in questo lembo di ricordi di vita felice. Ho conosciuto l'amore, la speranza, ho conosciuto e incontrato tante volte la felicità, e non ho mai chiesto scusa a nessuno.

Adesso le albe e i tramonti si squagliano e si confondono. Il sole è ritornato per me ad essere una palla rossa e infuocata, fastidiosa e invadente ai miei occhi. E la luna imperiosa ed elegante mi ripara dalla luce nell'istante di un gemito silenzioso e notturno. Tutto è mutato. tutti mi sembra e assomiglia al mio armadio di vestiti tremendamente e cronicamente in disordine.

Questa notte tormentata mi ha portata alla luce di una nuova mattina semi invernale. Il cielo è terso, e l'aria profuma come il candido pulito della biancheria della nonna alla lavanda e camelie. Accarezzo la maniglia.. apro la finestra.. abuso di cotanta bellezza..Tutti possiamo apprezzare una nuova alba, o abusarne.

E nessuno chiede permesso o scusa per questo.



Commenti

pubblicato il giovedì 29 ottobre 2015
womanjazz3, ha scritto: La vita è un miscuglio di sentimenti sferzanti.. parafrasando il mio scrittore preferito..; in ogni istante della nostra vita abbiamo un piede nella favola e uno nell'abisso...

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: