ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 24 ottobre 2015
ultima lettura lunedì 6 aprile 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Piccolezze

di EmiliaBaresi. Letto 450 volte. Dallo scaffale Pensieri

Non servono grandi sforzi.Una vecchia signora aspetta diventasse verde il semaforo per attraversare la strada. Aspettava, con un grande peso appresso.Aveva con sè un paio di borsine della spesa, piene zeppe. Arrivó una ragazza; il semafor...

Non servono grandi sforzi.

Una vecchia signora aspetta diventasse verde il semaforo per attraversare la strada.
Aspettava, con un grande peso appresso.
Aveva con sè un paio di borsine della spesa, piene zeppe.
Arrivó una ragazza; il semaforo era ancora rosso e quindi si mise ad aspettare cambiasse in verde assieme alla signora.
Aspettava, anche lei, con un grande peso appresso.
Aveva un paio di kg in più, piena zeppa, secondo il suo modo di vedere.
Lei con quei kg in più si muoveva comunque tranquillamente; la signora, con quelle borsine in più, forse, un po' meno.
"Serve aiuto?" chiese cortesemente la ragazza.
La signora acconsentì e così le venne tolto quel grande peso.
Arrivate a casa della signora, dopo averla aiutata a portare in casa la spesa, la ragazza la salutò e dopo avere varcato la soglia dal portone stette ad osservarsi, riflessa in una vetrina posta accanto all'abitazione della signora, la quale, dovendo innaffiare i fiori presenti in un vaso fuori dalla sua finestra, si sporse da questa e la vide, insistente, a guardarsi.
Dolcemente le disse: sei bellissima!
La ragazza udì con contentezza e così anche lei vide disfarsi il peso che portava appresso.
All'angolo di quella strada, quasi nascosto, impercettibile, stava seduto un uomo che assistette alla scena completa, dalle borsine al complimento. In quel momento non portava nessun peso appresso a sè ma quel susseguirsi di gesti nobili gli regalò una felicitá tale che espresse attraverso un sorriso, grande come l'universo.


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: