ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato sabato 17 ottobre 2015
ultima lettura sabato 4 luglio 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Non so cosa scrivere

di BIANCAEBASTA. Letto 490 volte. Dallo scaffale Generico

Non so più cosa scrivere. Ho troppo casino dentro di me. Vorrei scrivere un sacco di cose, vorrei uccidere i miei demoni uno ad uno, vorrei tanto. Ma ho poco, e posso solo accettare questa mia condizione. Ho poco tempo, sono schiava del tempo. H...

Non so più cosa scrivere. Ho troppo casino dentro di me. Vorrei scrivere un sacco di cose, vorrei uccidere i miei demoni uno ad uno, vorrei tanto. Ma ho poco, e posso solo accettare questa mia condizione. Ho poco tempo, sono schiava del tempo. Ho fame di parole che mi salvino, ma le mie parole ora sono pesanti, mi affogano. Ho voglia di crescere, forse ai suoi occhi sembrerei più interessante. Ho voglia di sorridere, ma mentre lo scrivo mi scendono le lacrime.

Ho bisogno di essere salvata, ho bisogno di un cuore gonfio di gioia. Non mi interessano grandi cose, mi basta qualcosa di semplice. Io voglio una vita semplice, perchè la mia testa è già abbastanza complicata.

Aiuto, aiutatemi.



Commenti

pubblicato il domenica 18 ottobre 2015
michelino, ha scritto: Hai troppo casino dentro dite?...Bene, il materiale per scrivere non ti manca; Scrivilo questo casino, scrivilo dandogli un disordine diverso da quello che ha. Non preoccuparti troppo di dargli un ordine. L'ordine è soltanto una convenzione pratica inventata dagli uomini. Cerca di scrivere il tuo disordine preoccupandoti soltanto di come senti dentro di te le cose che scrivi. Vuoi uccidere i tuoi demoni?...Comincia a scriverli...a descriverli. Credi di sembrare poco interessante ai suoi occhi?...Comincia a capire come ti vedono i tuoi occhi...forse il problema non è in te, ma nel suo sguardo.

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: