ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 22 settembre 2015
ultima lettura martedì 14 maggio 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Nel Mio Dire Che Conduce a Mille Imprese

di DOMENICO DE FERRARO. Letto 361 volte. Dallo scaffale Viaggi

Nel Mio Dire Che Conduce a mille imprese Nel mio dire che conduce a mille imprese ad un senso che cessa nel condurre questa morte che lega ogni anima ,ogni dire ,retto sul podio ,oltre l'immagine che svolge la sua funzione, ferma amara figlia di u...

Nel Mio Dire Che Conduce a mille imprese
Nel mio dire che conduce a mille imprese ad un senso che cessa nel condurre questa morte che lega ogni anima ,ogni dire ,retto sul podio ,oltre l'immagine che svolge la sua funzione, ferma amara figlia di una società senza alcun domani.

Tutto può essere compreso, cercando il dunque che riporta a quel tempo che oscuro scivola verso altri intendimenti ed altri giorni giocando con ombre, rea di mondi possibili, imbecilli cimici, zecche clandestini che s'incontrano tra il pelo fulvo di un povero cane.

Ora il sogno si confonde con una verità profonda e quel modo pragmatico che intenerisce , lascia crescere con sostanziale virtù quel modo di fare che spinge ogni essere umano a compiere la sua scelta ,un momento utopico che riempie la nostra esistenza ,spezzando quella monotonia interiore quel falso modo di concepire un percorso che non lascia traccia. Forse questa realtà come noi vediamo ,questo sillabare ,che getta via ogni nostra convinzione, di riuscire a superare l'infelice connubio. Varie regole momenti speculativi ,idiomi di un linguaggio che non giunge a noi come un preciso messaggio ,un dialogo Cristiano concepibile nel suo progressivo, trascendere la realtà effettuate nel vasto cosmo di fumose serate passate all'aperto.

Certo il passaggio di questo percorso virtuale quell'attimo medico che spinge a fingere a reggere il moccolo a quel modo di fare che trascende , descrive per sommi capi cosa è oggi la filosofia. Cosa è questo dialogo metafisico che rinasce ,cresce, scruta in noi intimi contatti rinnegati in imperitura congiunture familiari forse una salvezza che non ha prezzo che ci rende liberi di credere di portare a termine quello che abbiamo cominciato tanti ,tanti anni fa.

Un male che urla la sua rabbia, ombre erranti chimere senza ali in questo inferno ove alberga oscura prole, levando l'ancora verso altre sponde in nome di una gloria che nulla teme il tempo fugge gemente in preda a mille dubbi ,giungendo incolume ove termina l'origine elemento primordiale che spinge questo cuore a vedere a conoscere la fine di un epoca .La fine di un amore che detta ad ogni uomo la sua libertà, la sua esperienza quel bene che rende eretico e in perenne estasi assiso davanti alla croce cerca la sua anima il suo perdono.



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: