ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato martedì 18 agosto 2015
ultima lettura mercoledì 18 settembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Roz l'osservatore

di CROMES. Letto 428 volte. Dallo scaffale Fiabe

Roz chi è? E' un uomo solitario che ama passeggiare ed osservare tutto quanto lo circondi. Dai prati, ai fiori, ai monti, al cielo, ai volti delle persone e degli animali. Pone la massima attenzione quando cammina al fine di non calpestare anima...

Roz chi è? E' un uomo solitario che ama passeggiare ed osservare tutto quanto lo circondi. Dai prati, ai fiori, ai monti, al cielo, ai volti delle persone e degli animali. Pone la massima attenzione quando cammina al fine di non calpestare animaletti e fiori. Ogni tanto si ferma a gustare gli odori della vita ( profumati e/o maleodoranti ). Da tutti è considerato un uomo strano perchè è anticonformista, adotta quasi sempre la pratica del silenzio ed ha un volto sempre sinceramente sereno; circostanza, quest'ultima, che induce l'invidia delle persone e il desiderio delle medesime a volere il male di Roz. Un giorno Roz si imbatte in un bellissimo pastore maremmano il quale gli si avvicina e si fa accarezzare. Nel mentre arrivano 2 male intenzionati i quali, adducendo come motivazione la minaccia che il pastore maremmano rappresentava per le persone che vivevano e/o transitavano in quei luoghi, iniziano a bastonare Roz ed il maremmano ritenendo che il padrone del cane fosse lo stesso Roz. I due malcapitati rimangono a terra insanguinati, privi di forze senza che nessuno li soccorra. Roz si addormenta con il maremmano che lo lecca cercando di tenerlo sveglio. Roz si addormenterà per sempre con il suo sguardo sereno e il cane non lo abbandonerà fin a quando non lo seguirà in cielo .



Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: