ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato venerdì 3 luglio 2015
ultima lettura giovedì 21 novembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Lo scrittore depresso #3

di Gengori. Letto 381 volte. Dallo scaffale Umoristici

«Ho deciso di scrivere un thriller.» Antonio parlava come se stesse recitando un poema in teatro, Simone pensò che questa volta l&r...

«Ho deciso di scrivere un thriller.» Antonio parlava come se stesse recitando un poema in teatro, Simone pensò che questa volta l’amico stesse proprio uscendo fuori di testa.

«Bello, ma ne sei in grado?» Bisognava andarci cauti.

«Certo e che ci vuole.»

«Beh non credo sia così facile.»

«Ma cosa, un paio di morti ammazzati e il gioco è fatto.»

«Si ma dovresti scrivere una bella trama intricata per renderlo avvincente.»

«Guarda è semplicissimo, devo capire come far morire il primo, il resto viene da se.»

«Non lo so a me sembra campato per aria.» Antonio protese le braccia in direzione dell’amico, in piena trans recitativa.

«Una casa in campagna…» Ecco che comincia.

«Già fatto trova un altro spunto.»

«Va bene. Diciamo una casa costruita su un antico cimitero indiano…»

«Già fatto, poi mica devi scrivere un horror.» Simone si sentiva un vero guasta feste.

«Si hai ragione.» Antonio fece una breve pausa, poi proseguì. «Una serie di sparizioni, i corpi vengono trovati giorni dopo…»

«Banale.»

«Una famiglia morta ammazzata…»

«Troppo triste.»

«Un vecchio manicomio…»

«Già visto.»

«Una lavanderia a gettoni…»

«Noioso.»

«Un bunker risalente alla seconda guerra mondiale…»

«Complicato.»

«Eh che cazzo, mi stai bocciando tutte le idee.»

«Scusa è che non capisco perché ti sia fissato su questa storia del thriller. L’ultimo romanzo d’amore che hai scritto era perfetto. Secondo me è quello il tuo genere. Perché vuoi cambiare?»

«Mia moglie vuole il divorzio.»

«Una casa in campagna e una famiglia morta ammazzata, che ne dici?»



Commenti

pubblicato il venerdì 3 luglio 2015
Burano, ha scritto: Molto bello, complimenti. Fa parte di un libro? Di un racconto più ampio? O è solo un dialogo?
pubblicato il venerdì 3 luglio 2015
Gengori, ha scritto: Grazie Burano! Per ora sono solo una serie di dialoghi, ma non escludo che potrebbe diventare qualcosa di più in futuro.
pubblicato il venerdì 3 luglio 2015
Scrittore, ha scritto: Lo leggo da quando è iniziata la "depressione", devo dire che è carinissimo e si legge con piacere. Adesso si aspetta il prossimo.
pubblicato il sabato 4 luglio 2015
Gengori, ha scritto: Grazie mille, mi fa molto piacere sapere che qualcuno apprezza :D

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: