ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.499 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 57.540.171 volte e commentati 55.650 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato mercoledì 1 luglio 2015
ultima lettura mercoledì 21 ottobre 2020

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Io e la mia coinquilina

di alessia15. Letto 744 volte. Dallo scaffale Generico

Capitolo 3 Ed eccola in treno, la mia coinquilina. Sempre con lo sguardo perso in quello che non c'è ma che lei vede. Sì perchè lei non parla solo di energia.. la sente e la vede! Perbacco, fortunata lei. Un dono? Da quello ch...

Capitolo 3

Ed eccola in treno, la mia coinquilina. Sempre con lo sguardo perso in quello che non c'è ma che lei vede. Sì perchè lei non parla solo di energia.. la sente e la vede! Perbacco, fortunata lei. Un dono? Da quello che dice no. Frutto di ore e ore passate davanti a libri di meditazione. A parlare di lei sentirete spesso le parole come "energia", "meditazione" o "karma". E il fatto che lei stessa non sia in grado di spiegarle non la rende meno credibile.. anzi! Anche una scettica razionale come me non può fare altro che restare ad ascoltarla e pensare che forse è possibile, che forse non siamo poi così diverse. Eppure lo siamo. Perchè lei con quello sguardo perso nel vuoto progetta una vita che non sia dettata da tempistiche, da orari, da ritmi frenetici. La vita da Occidentale, come la definisce lei. E attenzione ho detto progetta, non sogna. Ed è questa la sostanziale differenza.. un esempio banale: l'odio per i treni che noi comuni occidentali proviamo. Lei invece lo vive come momento di meditazione. Perchè il treno non è altro che una sospensione spazio-temporale. Un minuto sei in un luogo quello dopo in un altro, sai quando parti e, almeno qui in Italia, non sai quando arrivi. A lei piace cosi perchè quello è il tempo che utilizza per progettare. Riordinare le idee o semplicemente pensare. A volte me lo chiedo: ma questo tempo lo sfrutta meglio lei o io che lavoro al pc appena trovo anche solo un metro quadro sul pavimento della locomotiva in cui allestire il mio studio personale costruito da pavimento di ansia, muri di preoccupazione e soprattutto senza scorci sul panorama anche se tutte le volte ti ostini a correre tra i passeggeri per accaparrarti il posto vicino al finestrino..


Commenti

Non ci sono commenti disponibili al momento.


Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: