ewriters

scrivere per essere letti
Siamo 8.522 ewriters e abbiamo pubblicato 74.968 lavori, che sono stati letti 49.897.012 volte e commentati 55.651 volte. Online dal 3 Gennaio 2000.
 
 



Seguici


Scaffali


lavoro pubblicato lunedì 29 giugno 2015
ultima lettura lunedì 18 novembre 2019

Questo lavoro puo' essere letto da tutti

Accadde un giorno

di fatover. Letto 565 volte. Dallo scaffale Storia

Tanti anni fa agli inizi del secolo scorso, quando il progresso non aveva ancora fatto sentire i malefici dell'industrializzazione, esistevano luoghi ...

Tanti anni fa agli inizi del secolo scorso, quando il progresso non aveva ancora fatto sentire i malefici dell'industrializzazione, esistevano luoghi semplici e incontaminati. In questi luoghi vivevano persone di discendenza agricola dove ogni cosa era subbordinata da esperienze passate e ogni nuovo avvenimento veniva visto come miracoloso. Si racconta di un contadino che durante la raccolta dei frutti ormai alla maturazione, dovette suo malgrado assaporare l'intervento divino ( oggi si potrebbe chiamare bomba d'acqua) ma all'epoca dei fatti tutto veniva fatto risalire alle forze oscure che regolavano la vita semplice di quelle genti. questo episodio è accaduto veramente......

Quel contadino dell'entro terra marchigiana costretto a vedere il suo raccolto ormai ridotto ad un accumolo di marciume prese la decisione di mostrare al signore tutto ciò che la sua eccessiva generosità aveva fatto in una notte e così di buon mattino si recò in chiesa, salì sull'altare sfilo la croce con il cristo da suo alloggio e lo portò con se nel suo campo. Una volta arrivato sempre tenendo la croce bella in alto sopra la sua testa si mise ad urlare "GUARDA CRISTO COSA HAI FATTO, ADESSO COME SFAMO LA MIA FAMIGLIA" , e tutto ciò si ripetè per tutti luoghi dove la pioggia distrusse ogni cosa, fino a quando sia il prete che i carabinieri non lo fermarono, riportado il crocefisso in chiesa e lui in galera.



Commenti

pubblicato il martedì 30 giugno 2015
OscuroDominio, ha scritto: Quindi? A quei tempi era normale finire in galera per poca roba ...
pubblicato il martedì 30 giugno 2015
OscuroDominio, ha scritto: Tanto più se sfidavi e/o dissacravi i beneamati Cristiani che oggi si limitano ad osservare stupefatti ...
pubblicato il martedì 30 giugno 2015
OscuroDominio, ha scritto: e odiano ancora i satanisti, odiano, loro, perché anche per loro che parlano solo di non odiare, anche per loro ci può essere l'odio. E comunque io non sono satanista ma sono pur sempre "nato demone" ... so che potrebbe essere tutto soltanto un viaggio, un bad trip assurdo ... ma sai tra allucinazioni e ... lasciamo stare ...
pubblicato il martedì 30 giugno 2015
fatover, ha scritto: Salve a tutti, purtroppo i tempi sono cambiati, in peggio! Una volta secondo i racconti di vita quotidiana di mia madre, la giustizia funzionava, i carabinieri ( unico organo di controllo) erano molto efficienti e la pena anche per chi rubava una gallina era il carcere, cosi come per chi nelle prime lotte sindacali creava scompiglio con atti violenti. Di storie simili ne sono piene le memorie dei nostri vecchi genitori e nn solo, alcune sembrerebbero favole per la loro quasi imossibilità negli eventi, eppure sono le storie di tutti giorni di un tempo passato ma molto più vicino di quanto è dato pensare. Chi oggi si azzarderebbe a bere da un "rigagnolo"un piccolo fosso al bordo della strada, oppure mangiare la stessa erba raccolta per alimentare gli animali così detti da cortile (mucche, polli, conogli ecc) ma una volta quando il vile denaro era molto difficile da reperire, ogni cosa poteva aiutare a sopravvivere e un disastro provocato dagli elementi naturali era una calamità distruttiva per molte famiglie. Oggi si chiede aiuto alla società con risarcimenti ma una volta si pregava per avere un raccolto sufficiente per sopravvivere, dopo aver consegnato al padrone oltre il 75% del raccolto, (sono gli anni in cui nasceva il sindacato).

Lascia un commento a questo lavoro:

per lasciare un commento devi effettuare il login: